Avrage B2B Publishing

Hi, what are you looking for?

Mercato

10 anni di impegno nella sostenibilità per Barilla

Con il Rapporto di sostenibilità rilasciato nel mese di luglio, Barilla conferma il suo impegno per garantire alle persone accesso a cibo buono, sostenibile e con un buon profilo nutrizionale.

Dopo 145 anni quella che era una bottega di pasta e prodotti da forno è diventata una delle aziende principali nel campo: nel 2021 Barilla continua ad investire per migliorare pasta, sughi e prodotti da forno (488 i prodotti riformulati e migliorati dal 2010, 55 quelli lanciati nel 2021), innovare e ridurre l’impatto dei processi produttivi in termini di emissioni di CO2, energia e consumi idrici.

Ma non solo: Barilla promuove le filiere sostenibili e progetta gli imballi dei suoi prodotti affinché possano essere riciclati.

Alla base dell’impegno dell’azienda italiana c’è una nuova “purpose”: “La gioia del cibo per una vita migliore”.

Si tratta di un concetto che supera il produrre buon cibo, una filosofia che parla i felicità e benessere olistico delle persone.

Come afferma Claudio Colzani AD del Gruppo Barilla: “Vogliamo portare la gioia attraverso i prodotti che offriamo ai consumatori, attraverso la gastronomia, la convivialità, contribuendo a migliorare la vita di coloro che scelgono i nostri prodotti e il mondo che ci circonda. È un percorso che ci porterà nei prossimi mesi a definire obiettivi chiari e misurabili per uno sviluppo sostenibile. Continueremo a investire nelle nostre filiere introducendo principii di agricoltura rigenerativa, a ridurre ulteriormente il nostro impatto ambientale in termini di emissioni di CO2eq e consumo di acqua e a realizzare confezioni riciclabili”.

Ma quali sono gli obiettivi raggiunti dal brand in termini di sostenibilità?

.

Rispetto al 2010 calano del -31% le emissioni di gas a effetto serra e del -18% i consumi idriciper tonnellata prodotto finito: grazie agli investimenti realizzati sono state quindi tagliate in poco più di 10 anni emissioni equivalenti a 7 viaggi in macchina tra la Terra e il Sole.

I risultati non finiscono qui: il 64% dell’energia elettrica acquistata proviene da fonti rinnovabili con certificati di Garanzia d’Origine e oltre il 91% dei rifiuti prodotti è stato avviato a riciclo e recupero energetico.

Oggi il 95% dei prodotti del Gruppo Barilla è a basso impatto ambientale. Parlando di filiera, sappiamo che il totale delle materie prime strategiche (grano duro, grano tenero, segale, pomodoro, basilico, cacao e olii vegetali) acquistate responsabilmente è pari al 70%, con una crescita del +11% che fa seguito al + 19% del 2020.

 

 

-
-

Potrebbero interessarti

Acqua e bevande

Sibeg Coca-Cola: Intesa Sanpaolo e SACE investono 10 milioni per lo sviluppo sostenibile.

Acqua e bevande

Un omaggio dedicato alla Città Eterna: Ferrarelle Società Benefit celebra Roma con il lancio di una nuova bottiglia d’acqua. La Limited Edition dal nome...

Carne

Burger King e Giotto Calendoli presentano Sheriff Burger, il panino del West.

Mercato

Citterio torna al SIAL di Parigii: espansione nei mercati di Francia e Germania.

-