Avrage B2B Publishing

Hi, what are you looking for?

Approfondimenti

Tasse ridotte sulle mance dei camerieri

Tasse ridotte sulle mance dei camerieri

La Ministra Santanché ha recentemente promosso una proposta per ridurre le tasse sulle mance dei camerieri: si parla dunque di un’aliquota del 5% entro il limite del 25% del reddito percepito nell’anno per le prestazioni lavorative.

La proposta è stata favorevolmente accolta da Confcommercio e Federalberghi. La norma è stata inserita nel testo approvato dal Consiglio dei Ministri e sarà attiva a partire dal 1 gennaio 2023.

Da quel momento le mance saranno tassate al 5%, dunque per il personale impiegato nel settore ricettivo le mance non seguiranno una tassazione ordinaria.

L’obiettivo della manovra è favorire l’occupazione nel settore del turismo che presenta particolari problemi nell’assunzione del personale oltre a favorire l’emersione di rapporti di lavoro irregolari.

Come ha dichiarato Bernarò Bocca, Presidente Federalberghi: “E’ giusto remunerare chi presta bene un servizio in Italia, anche perché qui è difficile per le regole che abbiamo avere la meritocrazia. Quindi se non servirà a trovare più camerieri, può almeno creare una diversa attitudine da parte del dipendente verso il cliente. Sempre più stranieri vogliono lasciare la mancia su carta di credito. L’importante è che il dipendente abbia più soldi in tasca da questa mancia e che l’azienda non debba considerarla come un ricavo e non ci paghi sopra l’Ires”.

-
-

Potrebbero interessarti

Acqua e bevande

Sibeg Coca-Cola: Intesa Sanpaolo e SACE investono 10 milioni per lo sviluppo sostenibile.

Acqua e bevande

Un omaggio dedicato alla Città Eterna: Ferrarelle Società Benefit celebra Roma con il lancio di una nuova bottiglia d’acqua. La Limited Edition dal nome...

Carne

Burger King e Giotto Calendoli presentano Sheriff Burger, il panino del West.

Mercato

Citterio torna al SIAL di Parigii: espansione nei mercati di Francia e Germania.

-